Author: admin

Come investire nei titoli azionari

0 commentsazionari

Investire in Borsa significa investire in titoli azionari, più comunemente conosciuti come azioni. In pratica i titoli azionari costituiscono una parte di un’azienda che è stata frazionata in azioni, quotata e messa in vendita pubblicamente sul mercato finanziario con lo scopo di godere di maggiori capitali a sua disposizione e poter così crescere come azienda.

Detto questo come fare per investire nei titoli azionari? Te lo spieghiamo in questa guida.

Innanzitutto coloro che comprano i titoli azionari di una società, ne diventano in un certo senso per una piccola percentuale (che varia in base alla quantità di azioni acquistate) anch’essi proprietari, ossia azionisti, condividendone quindi sia gli utili sia gli eventuali debiti in cui l’azienda potrebbe finire.

Per questo giocare in Borsa non è un’attività che va presa alla leggera, perché se il titolo non se la passa bene il rischio è di ritrovarsi in mano azioni che non valgono nulla e perdere così i propri soldi.

Ovviamente la cosa fondamentale è sperare che la società della quale si sono acquistate le azioni vada a gonfie vele in modo che il costo dei titoli azionari salga generando profitti e dividendi.

Come investire in titoli azionari, anche da casa

Oggi è possibile giocare in Borsa anche dalla propria abitazione, tramite il trading online; non serve infatti recarsi presso una banca e dare ordine di acquisto delle azioni sulle quali si vuole puntare. Il vantaggio sono costi minori, in particolare sulle commissioni che altrimenti sarebbero molto alte, e piena libertà e autonomia nelle transazioni: il conto trading si apre in pochissimi minuti, si versa un deposito iniziale e si può cominciare subito ad investire in azioni anche con somme di denaro.

Un buon modo di investire in titoli azionari da casa, ad esempio, è sfruttare molti strumenti finanziari comodi e semplici da utilizzare anche per i principianti; tra i più noti ci sono i derivati, quali possono essere i CFD ossia i contratti per differenza capaci di replicare in maniera esatta il trend delle azioni, oppure le opzioni binarie.

Puntare sui derivati

In particolare i derivati finanziari si servono della leva finanziaria e per questo motivo risultano essere meno cari da acquistare in confronto ad un titolo azionario vero e proprio. Così facendo invece che comprare concretamente le azioni, si effettuano le contrattazioni direttamente sul loro prezzo ed è possibile ottenere profitti sia nel caso di valori positivi che negativi. In pratica comprando i derivati anche se un titolo azionario scende si possono fare soldi; cosa che invece non avviene se si è azionisti e proprietari del titolo in questione.

Per quanto riguarda le opzioni binarie, si tratta di uno dei derivati maggiormente adoperati da chi fa trading online, soprattutto se principiante. Il motivo è molto semplice: basta infatti scegliere un titolo azionario e prevedere se il suo prezzo sarà salito oppure sceso dopo un determinato periodo di tempo chiamato “scadenza”.

Come scegliere i titoli azionari su cui investire

Per cominciare a giocare in Borsa è opportuno optare primariamente per un numero ristretto di titoli azionari, possibilmente scegliendo i migliori sul mercato. A tal proposito la Borsa americana offre ottime azioni con notizie sulle società costantemente aggiornate; oppure si può sempre investire sui titoli azionari della Borsa italiana, che possono ugualmente riservare belle soddisfazioni.

Molto importante è in ogni caso, in particolare se si vuole fare trading online, investire su titoli azionari affidandosi ad un broker online serio, affidabile e regolamentato, che consenta di contrattare sia sulla Borsa italiana che sulle più importanti Borse internazionali.

Il Mercato dei Titoli Azionari, come funziona

0 commentsBorsa

Il Mercato dei Titoli Azionari, come funziona

Titoli azionari, Borsa italiana, mercato finanziario. Termini ormai entrati a far parte del quotidiano. Titoli di giornali, non necessariamente specializzati del settore, o notizie nei telegiornali che sempre più spesso affrontano queste tematiche. Ma per chi è ancora all’asciutto di operazioni in borsa ecco una semplice guida che affronta il tema partendo da zero.

Borsa italiana: l’indice di Milano

Ogni borsa ha una sede fisica, l’unica differenza è il mercato delle valute che è invece unicamente telematico. La sede italiana è a Milano, le più importanti, nel mondo, sono New York, Parigi, Londra, Francoforte e Tokyo.

La Borsa italiana è divisa in più indici che si differenziano l’uno dall’altro per la tipologia di società quotate che rappresentano. Gli indici più importanti sono il Ftse Mib, che contiene al suo interno le società a maggior capitalizzazione, ossia quelle più grandi e conosciute come Fiat, Generali, Tim, Enel e diversi nomi di grandi gruppi bancari, e il Ftse All Shares che rappresenta la totalità delle società quotate in Borsa.

Le transazioni possono essere eseguite dalla propria banca mediante un ordine che arriva dal cliente oppure in modo autonomo attraverso il trading online. In ogni caso richiedono l’apertura di un conto deposito.

Come investire in Borsa

Come investire in Borsa

Quando ci si avvicina al mercato azionario l’intento è quello di investire per aumentare il proprio patrimonio. In effetti le azioni, rispetto a obbligazioni e titoli di Stato di breve durata e soprattutto in questo particolare momento economico, sono la soluzione migliore quanto a rendimento, ma proprio per questo anche quella più rischiosa.

Il prezzo delle azioni è dato dall’incontro tra domanda e offerta. Gli acquirenti, la domanda, sono coloro disposti a comprare stocks di azioni di un titolo perché fiduciosi che la quotazione possa salire. Chi vende, l’offerta, si libera degli stocks di azioni in suo possesso perché soddisfatto del guadagno ottenuto, avendo acquistato il titolo a un prezzo più basso, o perché prevede che la quotazione possa scendere.

La scelta di un titolo dipende da due tipi di analisi che su di esso si fanno: l’analisi tecnica o quella dei fondamentali.

La prima si basa sullo studio dei grafici, tirando linee che vanno a formare supporti e resistenze e con l’utilizzo di indicatori che sono stati realizzati da matematici e che hanno dato buoni risultati se seguiti.

L’analisi basata sui fondamentali è di tutt’altro tipo e della società si tengono in considerazione i suoi numeri finanziari in termini di utili, fatturato, indebitamento e investimenti. In altre parole si valuta un’azienda nel suo mercato reale, con le sue prospettive di crescita e la sua capacità di essere migliore delle altre che operano nello stesso settore.

Le prospettive del mercato azionario

I risultati che un titolo azionario può ottenere possono essere sorprendenti con rendimenti che arrivano anche a raddoppiare o triplicare la quotazione iniziale. Naturalmente sono casi estremi, ma in ogni caso non è difficile osservare titoli che crescono in maniera importante. È fondamentale però sapere che come si verificano casi positivi, allo stesso modo avvengono quelli negativi in cui si arriva a perdere gran parte del proprio capitale per scelte sbagliate.

Accostarsi a un simile settore non va perciò sottovalutato, non bisogna farsi allettare dai facili guadagni, perché facili non lo sono affatto. A prescindere dal metodo che si utilizza nella scelta delle azioni, occorre studio, esperienza, approfondimenti e sangue freddo, oltre a un lungo periodo di apprendistato che molte piattaforme permettono attraverso demo con le quali si eseguono operazioni di acquisto e vendita di stocks di azioni con soldi virtuali.

Leggi anche: Come giocare in borsa in modo facile

Come giocare in borsa in modo facile

0 commentsBorsa

Come giocare in borsa in modo facile

Giocare in borsa è facile? Sì e no. Investire in azioni è senza dubbio una delle attività più redditizie offerte dal mercato finanziario, capace anche di far ottenere ottimi guadagni ma, come per tutte le cose, occorre fare molta attenzione: così come è facile guadagnare dei soldi, altrettanto lo è perderli.

Come giocare in borsa in modo facile e senza rischi

Prima di tutto giocare in borsa vuol dire investire dei soldi su dei prodotti finanziari quali possono essere i titoli azionari, le valute (ossia i Forex), le materie prime, le criptovalute, gli indici, i derivati come i futures e le opzioni binarie, oppure le obbligazioni, al fine di ricavarne dei profitti.

Il modo più giusto per accostarsi al gioco in Borsa è tenere bene a mente che investire i propri soldi in azioni richiede alcune accortezze, soprattutto se si è dei trader alle prime armi. In aiuto dei neofiti ci sono diversi prodotti che non richiedono una competenza elevata in materia: da segnalare sono i fondi comuni d’investimento, che permettono di giocare in Borsa in modo facile e proficuo.

Oppure si può scegliere di affidarsi al cosiddetto “robo-advisor”, una sorta di software informatico capace di fornire una consulenza finanziaria digitale; in cambio di una commissione questo strumento provvederà a costruire e gestire un portafoglio apposito per il trader.

Il trading online

Fino a non molti anni fa il solo modo per giocare in Borsa consisteva nel ricorrere alla consulenza di un istituto bancario, rivolgersi ad un intermediario finanziario oppure investire il proprio capitale in qualche fondo. Con l’arrivo e il diffondersi di internet ha debuttato il trading online, una vera rivoluzione del giocare in Borsa: chiunque sia dotato di un accesso ad internet e di una somma di denaro da investire, può aspirare a diventare un vero trader comodamente dal divano di casa.

Col trading online giocare in Borsa non è diventato solo facile sia dal punto di vista pratico che burocratico, ma alla portata di tutti. È possibile investire su CFD, Forex, ETF, criptovalute, materie prime e così via, guadagnando soldi rapidamente, soprattutto se ci si affida a dei buoni broker online: essi fungendo da intermediari tra compratori e venditori, permettono di investire online in Borsa in maniera efficiente e sicura.

Investire in borsa con i CFD

Investire in borsa con i CFD

Uno dei modi più facili di giocare in Borsa è con i CFD: si tratta di “contratti per differenza” che seguono i prezzi dei prodotti finanziari: valute, indici, titoli azionari, materie prime e quant’altro. In pratica per mezzo dei CFD si gioca in Borsa senza detenere veramente l’azione ed evitando quindi di pagare tasse o costi ulteriori.

I conti demo

Per giocare in modo facile in Borsa è bene cominciare con i conti demo. Cosa sono? Dei servizi offerti gratuitamente dalle migliori piattaforme di trading online mediante i quali, prima di fare sul serio, ci si può esercitare nel gioco in Borsa in modo del tutto virtuale, senza investire denaro reale.

Consigli utili

In sintesi per giocare in Borsa in modo facile, serve: aprire un conto con un broker online; tenersi sempre aggiornati sulle news provenienti dal mercato; scegliere quali titoli azionari si vogliono comprare; decidere la somma di capitale che si desidera investire (money management); selezionare i valori di “stop loss” e di “take profit” (il primo per limitare le eventuali perdite di soldi, il secondo per chiudere automaticamente la contrattazione una volta che l’azione ha raggiunto il limite prefissato di prezzo); comprare (se si pensa che il prezzo di un’azione salirà) o vendere (se viceversa si crede che il prezzo scenderà); controllare costantemente lo stato del proprio investimento.